italyOgni settimana, ogni giorno, in questo nostro bel paese succede qualcosa di assolutamente sconvolgente. Mentre il Nepal viene devastato dal terremoto e negli Usa viene condannato a morte l’attentatore di Boston, nel centro Italia e più precisamente in Umbria, accade un evento mai verificatosi prima d’ora: Salvini viene contestato dalla popolazione del luogo.

Un fatto di un’importanza vitale, soprattutto perché il leader del Carroccio fomenta la folla mandando baci ai contestatori, con fare da vero capetto, dirige i carabinieri chiedendo di fermare chi gli ha detto questo o gli ha fatto quello. Sconvolgente. Infatti era successo qualche ora prima pure a Marsala, con molti più manifestanti ovviamente. Così, tanto per dire qualcosa che non ha mai e poi mai riferito ad anima viva, il “Matteo minore della politica italiana” se l’è presa con Alfano, professando le colpe dell’attuale Ministro dell’Interno per non averlo protetto da un numero sufficiente di forze dell’ordine. Ma con tutti i soldi che tengono in cassa i nostri politici, due guardie del corpo private in più no? Almeno, eviteremmo di sottrarre la forza pubblica a mansioni più, come dire, consone alla protezione di tutti i cittadini. Evitando di concentrare tutti gli sforzi verso uno che ripete le stesse cose in tutte le trasmissioni ad ogni ora del giorno.index

Il nostro territorio non smette mai di darci nuovi spunti, ed è così che vicino a quel ramo del lago di Como che volge verso Cantù, potremmo essere salutati da un simpatico bambino, che alla veneranda età di 4 anni ha già deciso cosa voterà alle prossime elezioni. Proprio così: il pupetto, stando alla storia raccontata da “Repubblica”, è solito salutare i suoi amici di scuola alzando il braccio e stendendolo a circa 135° col palmo rovesciato verso il basso e le dita unite. State pensando al saluto romano? Proprio quello. Ebbene, come farà mai un bambino che frequenta l’asilo a conoscere il così tanto amato saluto fascista? Saranno stati i genitori a insegnarglielo? Giammai. Come potrebbero due genitori di 29 e 30 anni voler crescere il proprio figlio secondo una “rigorosa educazione e allo stesso tempo naturale” nel 2015? Sarà forse che da un paio d’anni nella zona dove abitano questi signori si tiene il festival Boreal, cito: “che riunisce i movimenti nazionalisti europei organizzato da Forza Nuova”. Autorizzato. ovviamente, dal sindaco che è anche andato a fare la sua apparizione. Ovviamente. Come sia possibile che un festival neonazista abbia luogo in un paese che condanna il fascismo con la sua Costituzione e che lo dichiara reato lo lasciamo disquisire ai posteri.

Forse è un indizio il fatto che il presidente della Lega Nazionale Dilettanti, che caso strano pare legato a qualcuno che qualche mese fa parlava di calciatori rei di aver mangiato banane fino a qualche mese prima, ma che non si può definire razzista perché aveva adottato anche dei “cosi”, si rivolga alle calciatrici donne apostrofandole con epiteti sessisti. Addirittura, si ritiene che dal verbale di una riunione del dipartimento del calcio femminile a cui partecipava si possa leggere: “Basta, non si può sempre parlare di dare soldi a queste quattro lesbiche…”. Chissà cosa ne pensa Salvini.ASSEMBLEA ELETTIVA FEDERCALCIO

Giunge intanto la lieta novella delle nozze del premier del Lussemburgo, primo matrimonio gay per un premier dell’Unione europea. Ci siamo persi l’occasione di stupire il mondo e arrivare primi almeno in questo. Ma ormai non avevamo alcuna chance perché a Renzi pare non voglia bene nessuno dei suoi, mentre fino qualche anno fa avevamo qualche possibilità: tra le serenate di Bondi e le sviolinate di Fede magari qualcuno avrebbe scommesso su un matrimonio gay tra i nostri amati politici.

Concludiamola sul ridere, pensando a quel signore che ha dato la ricetta dell’acqua a una ragazza vegana che si vantava delle leccornie auto-prodotte, anche se self-made forse fa più radical-chic. Costui l’ha invitata a provare la ricetta, avvertendola sulla quantità degli ingredienti: due di idrogeno e una di ossigeno. Per completezza, il signore le ha anche spiegato che l’ossigeno lo faceva portare dalla campagna da suo padre perché era più buono, mentre l’idrogeno era facilmente reperibile all’EuroSpin dove spesso facevano anche ottime offerte. Se volete provare anche voi, ricordate che se per caso sbagliate le dosi viene fuori il perossido, che ha un sapore orrendo.

P.S. Pare che l’Expo riscuota molto successo anche tra gli animali (vedi foto ad inizio pagina): ergo, non lasciateli a casa.