«Non puoi illudere la gente che non morirà nessuno. Dobbiamo essere realisti».

Questa frase l’ha detta il ministro della salute Giulia Grillo in una intervista uscita sul Corriere della Sera. Non è corretto estrapolare una sola frase da una intervista ma nel dibattito sui vaccini, basato interamente su dati e frasi parziali estrapolati da contesti ben più complessi, si è sempre fatto. Anzi, si può dire che tutto il complotto dei vaccini sia stato costruito utilizzando tale “tecnica”. Mi piacerebbe raccontarvi la storia di come nasce il complottismo e specialmente quello legato ai vaccini ma sarebbe un inutile spreco di tempo ed energie, perché la magia dei complotti è che se li spieghi ne fai parte anche tu e quindi perdi di autorevolezza.

Le teorie sui vaccini sono cazzate per persone ignoranti e terrorizzate. Così come gli uomini preistorici avevano paura del fuoco che non sapevano spiegare, così le mamme informate – nonostante il loro nome – hanno paura di quello che non sanno spiegare (e contemporaneamente gli fa prendere i cuoricini sui social). Le teorie sui vaccini però hanno portato un pericoloso numero di persone ignoranti e terrorizzate a fare proselitismo nel loro gruppo di appartenenza. In alcuni casi convertendo persone che non erano parte iniziale di quel gruppo.

A loro si sono uniti personaggi e movimenti che invece ne vogliono fare una battaglia ideologica sulla libertà di scelta. Cosa sacrosanta ma incredibilmente ipocrita. Perché tutti queste persone lo fanno con l’unico scopo di fare pubblicità a se stessi, aumentare il proprio consenso (poco importa se per motivi politici o da drogati di social e like) e possibilmente utilizzare queste persone ignoranti e terrorizzate come carne da macello. Le loro prime linee nella guerra d’opinione. Infatti è divertente (o squallido) notare come il 99% di quelli a favore dei no-vax abbia fatto (e fatto fare ai propri figli) tutti i vaccini. E non parlo solo di no-vax “anziani” con figli nati e cresciuti quando non si parlava di questo (fun fact: in realtà si parla di questo argomento, con le stesse teorie, dagli anni 70) ma anche di chi ha figli piccoli. Mi è capitato di parlare con una coppia di genitori totalmente no-vax e attivisti sul territorio che mi hanno confidato che ai loro figli i vaccini li hanno fatti fare perchè «metti che ci sbagliamo?». Già.

Torniamo alle parole del ministro della salute. Sono forse le prime parole oneste che si sentono sulla vicenda. Lei ha detto solamente la verità. I morti ci saranno e lei li avrà sulla coscienza. Lo sa lei, lo sa il suo movimento e lo sanno gli attivisti. Ma sono tutti degli irresponsabili e non se ne preoccupano perché, come detto prima, state sicuri che i loro figli sono vaccinati. I morti degli altri sono sempre morti più accettabili.

In tempi non sospetti dissi che ero così sicuro della cazzata dei vaccini che possono cambiare e riprogrammare i tuoi geni, che ero pronto ad assumerne uno per farmi diventare un x-man. Lo sono ancora oggi nonostante non sia pervenuta nessuna boccetta cambia geni. Rinnovo l’invito, possibilmente per poter sparare raggi energetici dagli occhi e [CENSURA] dolce dal [CENSURA].