Champions league cupLa settimana scorsa si è giocato il “clasico” del calcio spagnolo: Barcellona – Real Madrid. Ne ho guardato qualche spezzone e il mio pensiero è stato: se la Juve fosse arrivata quest’anno in finale di Champions probabilmente non sarebbe finita come l’anno scorso. Oggi un giornalista della Gazzetta dello sport ha espresso praticamente il mio stesso parere.

Dopo l’andata dei quarti della “coppa con le orecchie” infatti, ci siamo più o meno tutti accorti che il livello non è stato così alto e che nemmeno il sopracitato super Barca dei marziani ha entusiasmato granché con una vittoria di misura in 11 vs 10, raggiunta grazie alle solite aggressioni del cannibale e non con una buona accezione tipo Merckx. Diciamo che è veramente scandaloso che si permetta a un calciatore di continuare a giocare, soprattutto a questi livelli, dopo aver commesso una serie di gesti che fuori dal campo l’avrebbero fatto arrestare, vedi morsi, morsini e morsetti.

Tornando al giuoco del calcio, il Real ha “acchiappato mazzate” contro un non irresistibile Wolsfburg. Ad Ibra è tornato il mal d’europa e son riusciti a pareggiare col City, che a mio modesto parere sembra un pò un’accozzaglia di assegni che corrono, nonostante abbia vinto il girone della Juve. L’Atletico resta la squadra davvero fastidiosa contro cui giocare, mentre il Bayern senza Robben è una squadra un pò confusa che l’ha sfangata con qualche aiutino agli ottavi, ed ora vince 1 a 0 contro un Benfica che è si una buona squadra, ma sicuramente non al livello top.index

Si sa però che le squadre non favorite possono rischiare di vincere proprio perché non lo sono, motivo in più per sperare che le due noiosissime solite escano creando un pò di scompiglio. Prima della partita di mercoledì vedevo come vittorioso il PSG, finalmente rinfrancato da un dominio assoluto in Francia e trainato da un Ibra finalmente maturo da non sentire la pressione delle grandi attese. Ora come ora potrei forse pensare che l’Atletico sia sulla buona strada per poter insidiare il Barca e quindi avere più chance di arrivare fino in fondo.

Mentre scrivo non riesco a non pensare che quest’anno un sorteggio comodo avrebbe fatto potenzialmente vincere la Juventus e anche il Napoli avrebbe potuto fare una splendida figura. Purtroppo con i ma e i se ci si potrebbe salvare il mondo, per cui mi limito a dire questo: vincerà il PSG, probabilmente gliel’ho tirata e probabilmente avrò torto, ma se vinco qualcuno mi offre una ciambella alla crema?