door-349807_960_720…io capisco la paura dell’ignoto, davvero, la capisco e la rispetto, è uno stato emotivo che abbiamo tutti in diversa misura a seconda delle situazioni e della persona…una cosa che capisco meno è la frase “oddio non l’ho mai fatto, e se poi non son capace? meglio che non lo faccia”…

Cioè, la capisco se ti stai riferendo al lancio col paracadute, perché se non lo sai fare una volta ci sono poche probabilità che tu possa riprovare… ma tentar non nuoce, e non è quasi mai la fine del mondo, se si sbaglia pazienza.

Ma quando la suddetta frase viene detta da una donna sulla quarantina fresca di manicure, basculante su zeppe e gioiosa come se stesse andando a un party mentre in realtà è in ospedale, in risposta all’infermiera che le spiega che se non va a pagare il ticket al punto giallo suo marito (cadaverico, sedato, sverso su sedia a rotelle dopo aver vomitato due volte post gastroscopia) non potrà ritirare i risultati delle analisi, e che rinuncia ad avventurarsi verso “l’ignoto” nonostante la paziente infermiera le abbia spiegato dove andare (i punti gialli sono ben visibili, perché sono GIALLI, e poi c’è scritto “punto giallo” sopra) e come fare a pagare il ticket (basta leggere cosa ti dice il monitor ed eseguire), preferendo spedire il marito non appena si fosse ripreso, beh donna, come direbbe il mio fidanzato, per te solo buste di piscio.

E ringrazia che non sapevo come staccare il catetere del signore a fianco a me, se no ti sarebbe arrivata sul serio la busta di piscio in faccia!