80Alla fine questi benedetti 80 euro in più in busta paga (per chi ce l’ha) sembra che stiano davvero per arrivare. Quando? A maggio, e non sarà una semplice “bustarella della nonna” in vista delle elezioni europee e regionali: a detta di Matteo Renzi saranno per sempre.

Secondo i democratici si parlerebbe di ridistribuzione, concetto di sinistra più che renziano. Una misura studiata per i ceti meno abbienti, quelli che posseggono sì un reddito, ma che non consente lorodi vivere una vita dignitosa. Un fetta della popolazione che un tempo votava a sinistra, una parte dell’elettorato da riconquistare. Questo tipo di misure, quelle che ti permettono di uscire una volta in più alla sera, vengono ricordate nel segreto dell’urna. E sono da interpretare anche in chiave comunicativa, punto di forza della nuova via renziana.

Il Governo corre, l’opposizione rincorre. Il palcoscenico politico sembra esser diventato un duello tra il premier e Beppe Grillo, che dal suo blog tuona contro la manovra paragonando Renzi ad «Achille Lauro che per diventare sindaco di Napoli regalò ai potenziali elettori una scarpa con la promessa di dare la seconda se fosse stato eletto. Gli 80 euro di Renzie sono peggio. Lui almeno una scarpa prima delle elezioni l’ha data. Gli 80 euro saranno in busta paga, se ci saranno, solo dopo le elezioni europee”.

Ormai il web e i social hanno sostituito le vecchie agenzie di stampa. I cinguettii su twitter acquistano più valore dei comunicati sulla Gazzetta Ufficiale. Renzi in 138 caratteri risponde così al portavoce dei Cinque Stelle:

twitUn botta e risposta che continua da tempo. Con l’innesto in segreteria Pd di Francesco Nicodemo, i democratici stanno molto attenti a fronteggiare sul web la battaglia con le truppe grilline. Quello che interessa non è tanto trovare un fondo di verità nella rabbia di uno o alimentare l’ego dell’altro e neanche capire chi sta vincendo il duello sul web, quali hashtag restano in tendenza per più giorni su twitter o robe simili. Quello che vogliamo sapere è ad agosto possiamo prenotare le vacanze, senza pensieri, senza dover spulciare dentro il salvadanaio. Perché si può criticare il governo quanto si vuole, ma ‘sti benedetti 80 euro, lo possiamo dire senza farlo apparire una bestemmia?, fanno davvero comodo.