pollo-gaiaUna bambina disegna un pollo a quattro zampe. Niente di preoccupante si potrebbe pensare, la fantasia dei bambini non ha limiti, se non fosse che le zampe sono quattro, perché quattro sono le gambe di pollo contenute nelle confezioni di cellophane del supermercato.

Questo episodio, che potrebbe apparire del tutto insignificante, è la molla che fa prendere una decisione ai genitori di Gaia: lasciare la vita di città, per essere ospitati da famiglie completamente diverse. Fanno la valigia e partono. Sei mesi. Un viaggio alla scoperta di un mondo capovolto, dove l’uomo e la natura, i loro tempi e necessità sono al centro”.

UNLEARNING è il nome del progetto (http://www.youtube.com/watch?v=y17Y5jCkZuQ), che terminerà con un documentario, finanziato attraverso il crowfunding, che racconterà la loro esperienza.

Ad oggi, i sei mesi sono quasi trascorsi, oltre 5.000 Km percorsi con i passaggi di BlaBlaCar e poco più di 600 euro spesi. Hanno lavorato in cambio di vitto e alloggio. Hanno sperimentato il Wwofing, ospitalità in cambio di lavoro in fattorie biologiche (http://www.wwoof.it/it/), il workaway (http://www.workaway.info/), ospitalità in cambio di sostegno a progetti di strutture indipendenti nel mondo dell’arte, della cultura e dell’educazione, e la banca del tempo di Timerepublik (https://timerepublik.com/?locale=it). Hanno visitato realtà familiari completamente diverse fra loro,  provato un’esperienza di cohousing, di home exchange, di vita in ecovillaggio, e sono stati ospiti di piccole comunità.

Unica moneta di scambio: il baratto.

“Unlearning” (disimparare) non per tornare primitivi, ma per fare tabula rasa di quella che era la loro vita di città, i loro giudizi e retaggi culturali, (che sono anche i nostri), per poter re-imparare dalle basi, per poi tornare a casa e iniziare qualcosa di nuovo.

In ogni tappa hanno incontrato bambini, nuovi modelli di famiglia, di educazione e di alimentazione. Tutti cercatori, verso una vita più a misura d’uomo ed a contatto con la natura. Questo progetto è la prova che un mondo diverso è possibile.