Mario_Balotelli_Euro_2012_TrainingFoto che li ritraggono in posa a prendere il sole sulle loro barche, con il Rolex ben in vista e accanto una bottiglia magnum di champagne. Si presentano a noi così i ricchi(ssimi) adolescenti di tutto il mondo che postando le loro foto su Instagram o Twitter, sotto l’ hashtag #richkids, sfoggiano il loro lusso eccessivo quasi a dire “guardate quello che voi non avrete mai”. Ragazzini ancora senza barba che giocano a fare i grandi con i tesori di famiglia: mostrano eccessi, consumismo sfrenato e sprechi mai visti.

Sui social network, diventati ormai vetrine dei momenti più cool della nostra vita, regna la voglia di apparire e l’esagerazione sempre più sconcertante per farsi notare. Cosa succede quando a questo si unisce l’estrema ricchezza? Tutto  diventa di cattivo gusto, soprattutto nei confronti del resto della popolazione del mondo sempre di più inginocchiata alla povertà.

Quotidianamente,  i super-giovani ricchi, ostentano la propria opulenza con scatti che segnano un confine netto tra loro e gli altri, “comuni mortali”. Ecco allora sfilare Ferrari e Porsche del “papi”, piscine che sovrastano panorami mozzafiato, loghi delle marche  di lusso, oro e brillanti ovunque… anche sui denti. E se non bastasse c’è chi fuma banconote e chi fotografa il conto di una serata di baldoria, costata 50 mila dollari.

E ancora chi si fotografa mentre usa una montagna di banconote come “lenzuola”, lo stesso autore, ricchissimo 17enne americano, che posta foto in cui usa acqua frizzante per lavarsi le mani o in cui lega 4 mila dollari a dei palloncini lasciati volare via. Immagini che stridono ferocemente con la realtà che ogni giorno va in scena nel mondo. Ragazzi a cui forse è stato dato in mano troppo, un troppo che non sanno gestire, un troppo che li ha fatti diventare vittime di una realtà finta, i cui valori portanti non sono di certo l’umiltà e la dignità.

Da Mario Balotelli A Justin Bieber, 44 anni in due, se uno ha una villa da 6 milioni di euro con in giardino una pista d’atterraggio per elicotteri, l’altro ha in garage una gamma di 9 automobili tutte per sé. Persone così povere, che l’unica cosa che possiedono sono i soldi o lo spaccato di un mondo che è difficile comprendere se non lo si vive?