Bentornati a Palloni sgonfiati, e bentornati all’unico campionato dove si lotta principalmente per il secondo posto.
Eh sì, quest’estate ha portato una ventata di cambiamenti. Non so se ne avete sentito parlare ma il nostro campionato ha visto l’avvento di un pezzo da novanta del calcio mondiale, infatti Cristiano Ronaldo è approdato alla Juventus, il pluripallone d’oro portoghese è sbarcato a luglio nel ridente comune di Venaria.

Ve lo dico nel caso non vi fosse arrivata all’orecchio la notizia, perché il fuoriclasse è giunto in Italia davvero in punta di piedi, senza grossi clamori, i giornali ne hanno parlato pochissimo, soprattutto per non annoiare il pubblico.

E dopo due mesi in cui ci è stato detto tutto di lui, cosa mangia la mattina, quanto guadagna ogni 30 secondi, come sia chiama il suo elettricista di fiducia, si narrano anche leggende miracolose di cui si è reso protagonista, autentici miracoli: ciechi che ricominciavano a vedere, falsi invalidi che ricominciavano a camminare e restituivano la pensione, addirittura all’apparizione di Ronaldo in mezzo ai tifosi della Juve sia riuscito a trasformare uno di loro in un torinese.

E’ stato questo il leitmotiv di tutta l’estate e probabilmente lo sarà per tutta la stagione, ogni giornata di campionato sarà in funzione di quali prodezze e quali altri eventi soprannaturali Cristiano saprà mostrare ai suoi fedeli.

Ma ci sono state anche altre piacevoli sorprese per il pubblico pagante, anzi doppiamente pagante: sì perché non bastava fare l’abbonamento a Sky per quei tifosi che volevano vedersi le partite seduti comodamente sul divano. Ora si sono inventati anche DAZN (o Dazoooooon come dice la nostra idola indiscussa Diletta Leotta nel simpaticissimo spot).

Praticamente quest’anno Sky trasmetterà per ogni giornata di campionato, solo 10 partite, mentre le restanti saranno trasmesse su questo canale streaming, costringendo quindi gli utenti ad avere (e quindi a pagare) due abbonamenti e non solo uno. Ma questo è nulla, se non fosse che durante la prima giornata le trasmissioni del canale sono state pessime, immagini che si bloccavano, immagini che arrivavano in ritardo sulla diretta. Insomma al momento una gran bel successo.

Ma passiamo al calcio giocato: inutile dire che la Juve vince il suo primo incontro, in fondo è normale, questo sarà un campionato che dominerà in scioltezza, con l’obiettivo di chiudere ogni discorso scudetto già a gennaio, per concentrarsi sulla conquista della Champions. Sicuramente questo sarà l’anno buono.

Passiamo quindi alla vera sfida di questo torneo, ossia la lotta per la seconda posizione. Il Napoli, ora passato nelle mani di Carletto Ancelotti, vince con qualche affanno contro la Lazio. Dal mercato non sono arrivate grosse novità, e di questo i tifosi napoletani son davvero grati al loro presidente De Laurentis che con la signorilità che sempre lo contraddistingue li ha mandati a cagare.

L’Inter, dopo una discreta campagna acquisti, si è presentata alla prima giornata con grande ottimismo e voglia, e infatti di fronte al Sassuolo raccoglie la prima sconfitta stagionale.
La Roma gioca e rubacchia tre punti al Toro che si presenta con una squadra potenziata da un irriconoscibile Urbano Cairo, con giovani giocatori dai nomi sconosciuti ma che sembrano avere un futuro, e “vecchi” filibustieri del calcio italiano: Soriano e Zaza, ultimo arrivo last minute che dovrà farsi perdonare molte cose prima di entrare nel cuore dei tifosi.

Per il resto la prima giornata è sempre una fase interlocutoria, squadre ancora in ritardo di preparazione, schemi da provare e far funzionare, insomma è sempre difficile farsi un’idea di quali saranno le forze in campo. Vedremo dalla prossima giornata che cosa ci serberà il campionato italiano.