tumblr_o6p8ih9psp1u89ukxo1_1280La vittoria del “No” al referendum e le dimissioni del premier Renzi viste dalla redazione di IdealMentre.

Tenete duro, signori, ché l’anno del “tutto può accadere” è quasi terminato. (Francesca Penoncelli)

“Il No è di chi non vuole mai cambiare”, quando il “no” ha fatto l’81℅ nella fascia under 34 è la frase più stupida che si possa dire. C’è stato sicuramente chi ha votato di pancia (Oh, un’affluenza del genere per forza porta con sè anche degli occasionali inesperti), ma bisogna leggere il voto con la stessa chiave con cui è stata fatta la domanda referendaria: Ti piace questa revisione della costituzione? No. Il governo c’è, la sua maggioranza pure. Mi sembra di vedere la moglie che chiede al marito “Ti piace la torta che ho impiegato una settimana a fare?” “No” “Complimenti! Sei il solito porco schifoso! Ti mollo, così puoi tornare a fare il cretino con quella poco di buono di Salvini!”… Ma che sta succedendo?! (Andrea Tagliano)

Addio Renzi, insegna agli angeli come essere odiati da Travaglio. (Federico Garabello)a_coloured_voting_box_no_bg-svg

Quando la vostra unica preoccupazione è “Renzzi a kasa!1!” vi dovrebbero togliere il diritto di voto. Punto. E al diavolo la libertà di espressione. La libertà di espressione non può essere una giustificazione per dare aria alla bocca anche quando non avete palesemente capito un cazzo. Al di là del sì o del no. (Michela Formicola)

Il triste epilogo di questo referendum. Da oggi tutti i paladini che oggi hanno votato contro “i poteri forti” e contro “la dittatura di Renzi”, possono tornare a preoccuparsi del campionato di calcio, della prossima puntata de Il Segreto e della prossima edizione de Il Grande Fratello. (Sara Martini)

Bisognerebbe onorare chi ha dato la vita per darci la libertà di votare…chi pensa di non essere relativamente libero, è solo schiavo di qualcosa o qualcuno… se stesso compreso… (Roberto Moschi)hqdefault

Bravo Renzi, per una volta hai fatto un discorso poco retorico e assolutamente sincero. Lo apprezzo, proprio per questo mi piacerebbe che continuassi a governare. Questo referendum può darti quella modestia in più che ti manca. Può farti capire che a forza di farcire discorsi con giochi di parole e retoriche, la gente prima o poi vomita. Bile, tra l’altro, avendo la pancia vuota. Hai una maggioranza invidiabile, hai un peso internazionale che ti sei costruito, hai ancora tanto da fare. Andarsene ora? Ecco, questa sì che sarebbe la scelta più facile. Ma tu sei più cazzuto, se vuoi. (Andrea Tagliano)

In questo momento vorrei essere Enrico Letta…#Matteostaisereno! (Francesco Pellegrino)