Questa sera sarà trasmessa la sesta finale di MasterChef Italia. E siccome ci piace dire cosa pensiamo, perché non sparare contro i tre finalisti? Dottor Strange-Valerio, la sposa cadavere-Cristina e V per vendetta-gloria.

Sarà una finale all’insegna dei giovinotti: tra i 18 e i 25 anni. Per chi tifare? Beh, partiamo dal più giovane: Dottor Strange è Valerio, un grosso personaggio abbastanza scoordinato, che però è aggraziatissimo tra i fornelli. Simpatico ai più, è un ragazzo semplice e con idee complesse e ambizioni alte. Pieno però di stranezze, sguardi un po’ così. È un dondolio continuo tra destra e sinistra che dopo un po’ fa venire la nausea.

La sposa cadavere è Cristina. Una tipa perfettina,  col capello ordinatino.  Tranquillina, anche troppo, ma abbastanza asprina.  Uno stile raffinatino ma alle volte non troppo elegantino, anche se ultimamente il mappazzonino non si è più visto. Avendo vinto la prova dello chef stellato, ha però statisticamente perso la possibilità di vincere, o almeno così è successo nelle ultime finali.
E poi c’è V per vendetta Gloria. Anche lei perfettina e pazzerella (ha ammesso che riordina le maglie per tonalità di colore…). Antipatica ogni volta di più, capace di ricordare ricettari a memoria. Poi però al pressure test ti spadella le patate fritte e molli e la carne bruciata. Bipolare a momenti (in senso buono) ha rischiato più di tutti di uscire, anche più di una volta.
Il quadro generale non è dei più chiari. Essendo da poco passato l’8 marzo escluderei la vittoria dell’unico uomo dei tre. Inoltre, data la sua antipatia, probabilmente vincerà Gloria. Assicurato. Anche perché se vince la sposa cadavere, sai che noia…