giornali2Alla terza settimana di scuola tra i temi in classe più gettonati c’è puntualmente il racconto delle proprie vacanze estive. Parliamo ovviamente della scuola elementare, ma in realtà mettere per iscritto la propria estate può essere un ottimo esercizio anche per gli adulti. Io, per esempio, mi sono reso conto che se dovessi scrivere questo tema potrei solo raccontare di come ho trascorso l’estate sul divano a guardare le repliche di Hell’s Kitchen. L’odio verso la squadra rossa mi aveva portato, infatti, a isolarmi completamente dal mondo reale. Resomi conto della situazione sono dunque andato a comprarmi un giornale nell’intento di scoprire che cosa stava accadendo al di là del mio televisore.

Pronti via: Padre Fedele non è più un maniaco sessuale, suor Cristina è in trattativa con la Universal per un contratto discografico, Renzi promette mille giorni come Berlusconi prometteva due milioni di posti di lavoro e i 5 stelle si sono lanciati in una web serie dal contenuto alquanto populista. Data la dubbia utilità di queste notizie ho cominciato a sfogliare le pagine alla ricerca di qualcosa di divertente. E l’ho trovato: Matteo Salvini, che caldo come un boiler è andato in trasferta a Edimburgo per sostenere il popolo scozzese. Poi se al posto del sostegno abbia portato la sfiga non spetta a me stabilirlo. In ogni caso, conscio del fatto che tra 2.250 anni di duro lavoro potrei guadagnare quanto Montezemolo nel giorno in cui ha lasciato la Ferrari leggo che, dopo decine di giorni di coda, migliaia di persone hanno ricevuto l’iPhone6. Anche gli ultimi sfollati di Menfi finalmente hanno ricevuto una casa. Loro la coda però l’avevano iniziata nel 1968.

Nel frattempo, mentre Lilli Gruber, per volere della cattiva sorte (che d’ora in avanti chiameremo Cairo) ha dovuto cedere il programma di punta della Rete al nuovo arrivato Floris, ho visto che Napoli è insorta chiedendo la testa del carabiniere assassino. Chissà se si ribelleranno anche quando l’assassino sarà l’ennesimo camorrista.

Infine ho realizzato che il calcio, sintetizzato nelle scene di Florenzi ammonito dopo aver abbracciato la nonna e Tavecchio eletto presidente FIGC dopo la battuta sugli stranieri “mangia banane”, è come sempre il perfetto quadro di questo nostro Bel Paese.

Grazie a Dio le pagine del giornale sono finite. Grazie a Dio Gordon Ramsay sta per tornare.