Ebbene sì. L’estate è già qui. Per la serie “non ci sono più le mezze stagioni” siamo passati dalla neve ai 30º nel giro di tre settimane.  Siamo in quel periodo dell’anno nel quale noi maschi passiamo le giornate a colare, mentre le fanciulle possono, beate loro!, beneficiare di vestiti sempre più corti e leggeri. L’unica cosa che diventa sempre più grande sono le scarpe, ma tranquilli, presto saranno ormeggiabili. Anche se in casa, lontano da sguardi indiscreti, una donna che si rispetti terrà sempre vicino al divano quella copertina di lana che la accompagna anche nelle notti più fredde e solitarie invernali, perché la percezione di essere nel deserto di giorno prosegue anche la sera. Vuoi mai che arrivi quello sbalzo termico di 30º tipico del Sahara nella pianura Padana piemontese? Meglio mettere la coperta li, nel luogo descritto da Giobbe Covatta come il più freddo dell’universo: i piedi di una donna.
Nel frattempo noi maschietti siamo costretti ad indossare pantaloncini col cavallo sempre più basso che manco Rocco Siffredi e Alberto Angela han bisogno di tutto quello spazio. Mentre c’è ancora chi non capisce come mai le nuove generazioni siano sempre più sedentarie: prova tu a camminare col cavallo al ginocchio. Se azzardiamo a mettere dei sandali, freschi e instancabilmente arieggiati, per quanto costosi o griffati siano, ricorderemo sempre un frate in pellegrinaggio. Delle magliette che hanno la taglia inversamente proporzionale alla grandezza di chi la indossa preferisco non parlare. Misteri e ingiustizie della moda. Ma non c’è da preoccuparsi, prima del previsto tornerà il fresco, con tutti i disagi e le freschezze del caso. Torneranno le temperature sotto i 20º e rivedremo gli anfibi rosa col pelo e i piumini fluo, ma nel frattempo abbiate pietà fanciulle: sicuramente la maggior parte degli uomini vi guarderà con quella faccia molto sveglia e lo sguardo intelligente per apprezzare le vostra beltà. Ma qualcuno vi starà semplicemente guardando con invidia perché potete mettere la gonna, e quel qualcuno sarò io!