SP62_CGY_at_Dunfermline_bus_station,_05_April_2013In vacanza con 1 euro? Si può. Ma partiamo dal principio. Erano due estati che non andavo in vacanza ed il motivo era molto semplice: non avevo soldi. Però con la fantasia ci ho sempre provato.

Lo scorso anno mi sono fatto un preventivo su un A4 per andare in campeggio in Toscana. Ho calcolato il campeggio più economico, il costo dell’autostrada, il costo del gpl e mi sono anche andato a vedere il costo delle pizzerie della zona. Alla fine ho deciso di rimandare le ferie e data da destinarsi, nonostante la cifra finale fosse molto economica.

Questa primavera mi era preso il trip di farmi un interrail. Carta e penna e giù a farmi il preventivo. Il risultato è stato il medesimo. Sconforto e rassegnazione si impossessarono di me. Poi l’illuminazione. Vedo un bagliore di speranza in un link su facebook dove mi viene promesso un viaggio low cost in bus al costo di 1 euro. Attirato dal miraggio clicco e vado a finire in un sito di bus in lingua inglese (adesso è attivo anche in italiano).

La compagnia si chiama Megabus ed è attiva in tutta Europa e da giugno ha sbarcato in Italia, dove collega 13 città italiane. E fin qua cosa c’è di strano? Niente, se non fosse che le corse costano solamente 1 euro! Sarà così per sempre? La compagnia dice che i prezzi saliranno leggermente ma che comunque resteranno molto low cost.

Bene, io ho deciso di approfittarne e adesso vi sto scrivendo da uno di questi bus, allacciato alla presa di corrente e connesso ad internet con il wifi. I pullman sono nuovi, i sedili sono abbastanza comodi e c’è una toilette a bordo funzionante, cosa non scontata quando si viaggia in bus. Ma costa davvero un euro? Si! Io ho preso un biglietto Torino-Siena ad un 1€ ed un altro Firenze-Torino sempre ad 1€. Paradossalmente mi costerà di più spostarmi tra le due città toscane. La critica più feroce che ho sentito riguardo a Megabus è: “Si però non è giusto fare questi prezzi, non ci pensi alla concorrenza?”.

Il ragionamento fila, ma è il libero mercato bellezza ed io non sono di certo il suo sostenitore più accanito, sono solo un poveraccio che sta andando in vacanza, finalmente aggiungerei. Pace e amore.