Ha sollevato un vespaio di polemiche l’ultimo post dell’azienda di pompe funebri, celebre e molte volte elogiata per i suoi ‘meme’ pubblicitari. L’immagine scelta nella giornata contro la violenza sulle donne, però, ha spaccato il pubblico. Queste le opinioni della redazione: e voi che ne pensate?

————–
Stamattina l’ho vista, non mi ha fatto ridere. Se, quindi l’intento era far ridere sì, ha toppato. L’indignazione che si è generata, come sempre la reputo un po’ ridicola. Ricordiamoci che si sta parlando di una azienda di pompe funebri famosa perché fa dei meme sulla morte. Quindi non so, lo scomodiamo un “e sticazzi”? Se l’intento invece era solo “far parlare di sé” hanno di nuovo beccato nel centro il bersaglio. Taffo che fa ridere non è più una notizia. Taffo che pesta una merda invece sì. (And. Tag.)

————-
Ha detto la cruda verità. Però l’ha fatto facendo pubblicità a sé stesso. Capitalism at its finest. (Fed. Gar.)

————–
Premesso che so a memoria “Magari Muori”, questa volta ci sono rimasto un po’ nel vedere le due opzioni a confronto. Mi spiego meglio, sdrammatizzare la morte in generale ci sta, ma su questo tema mi sento un po’ più scettico nel “buttarla in vacca”. Forse sono un ipocrita io, non lo so. Sicuramente a livello di marketing hanno vinto, di nuovo, perché tra commenti/repost e interazioni varie oggi sono dappertutto. (Lor. Ber.)