di Marta Vaschetti

Fin da piccola mi è sempre piaciuto fare liste di cose da fare, sia che erano per la giornata a venire, sia con scadenza a medio-lungo termine. Nell’ultimo anno, sarà per la “vecchiaia” che incombe, sarà per la famiglia che mi sono fatta, preferisco quelle anche un pochino più generiche, ma con scadenza lunga.

Poi , qualche giorno fa, ho trovato tra i film di Prime Video un titolo interessante “Cose da fare prima dei 30”: uscito nel 2004 e diretto da Simon Shore. Si tratta di una commedia che fa riflettere sulle fasi della crescita. Nel film, ambientato in Inghilterra, i protagonisti sono sei ragazzi sulla trentina. Amici grazie al calcio, si erano conosciuti alla prima partita della squadra l’Athletico Greenwich 20 anni prima.

La 500esima partita è da organizzare, e per festeggiare in modo scherzoso decidono di compilare un elenco di aspettative e desideri su cosa fare prima dei 30 anni: c’è chi vorrebbe vincere la lotteria, chi sparare con una pistola, chi fare sesso a 3, chi avere una esperienza omosessuale e chi mollare il campionato.

I ragazzi, tutti legati dall’amore comune per il calcio e la squadra, hanno differenti problematiche e vissuti: Dylan che è musicista, con un rapporto difficile in famiglia, si innamora della donna che sposerà suo padre. Johnny non accetta che suo padre, il fondatore della squadra, stia morendo. Colin vuole convincere la sua ragazza ad avere un menage a trois. Adam, che organizza le partite della squadra, è omosessuale ma non lo ha mai detto ai suoi amici. Cass sta per diventare padre ma non sa se è pronto. E Billy, che ha già una famiglia avviata, litiga con la moglie tutte le volte che va a giocare a calcio e non passa la domenica a casa.

Dopo la visione del film, visto che sta per arrivare Natale e l’anno nuovo, quindi è d’uopo per la maggior parte della gente fare la lista di buoni propositi, e visto che fra meno di un anno la sottoscritta farà 30 anni, mi sono messa in testa di realizzare una mia lista personale e di provare a completarla entro la data di scadenza.

Naturalmente vi terrò aggiornati, ma nel frattempo partiamo dai millemila articoli che si trovano ormai ovunque con le solite liste delle cose da fare: tra quelle dei film, quelle delle cose da fare prima di morire, quelle delle cose da fare prima dei 30, dei 40 e così via, ho trovato degli spunti interessanti.
Cominciamo con la sensazione amara che tutti sentono alla bocca dello stomaco quando si avvicina la fine dell’anno o si avvicina il fatidico compleanno: si ha sempre paura di non aver fatto abbastanza, di non aver fatto le cose che ci rendono veramente felici, di non aver più tempo o di essere troppo vecchi per fare le cose di quell’elenco cominciato ma lasciato incompleto per dimenticanza o dubbi vari..

In ogni caso, quando si parla del futuro, l’incognita si trova sempre, e anche se si ha ben chiaro cosa si vuole fare da grande e cosa si vuole essere negli anni a venire, la vita riesce quasi sempre a farti cambiare rotta o a darti del filo da torcere per poter arrivare al fatidico traguardo.

I 30 anni rappresentano solo uno di quei momenti in cui la gente tira le somme e valuta il proprio grado di soddisfazione in base a lavoro, famiglia, relazioni, soldi e amici. La cosa fondamentale, secondo me, è fare tutto quello che ci siamo programmati e non, ma farlo fino in fondo per non avere rimpianti dopo.

Non c’è niente di terribile nell’invecchiare, perchè con il tempo siamo sempre più consapevoli di quello che vogliamo dalla vita e, anche se il nostro fisico ci rallenterà e la gente forse ci giudicherà, potremo fare tutto quello che ci prefisseremo di fare.

I consigli soliti che la gente fa agli amici e famigliari o che si trovano sul web riguardano il prendersi più cura di se stessi, sia a livello fisico che mentale, e mantenere le relazioni con il prossimo, ma soprattutto di vivere la vita al massimo per poi non avere rimpianti quando si raggiunge la mezza età. Ma a noi non interessa ancora, in quanto siamo giovani, o almeno ci sentiamo di esserlo e quello che ci interessa veramente sono una lista di cose più o meno abbastanza fattibili da fare nel giro di un anno o poco più.

Tra le varie cose che potrebbero interessare, proporrei queste:

1. Vedere almeno una delle sette meraviglie del mondo
Sta di fatto che si dividono in meraviglie del mondo antico e meraviglie del mondo moderno e si trovano in differenti nazioni. Quelle moderne sono : il Chichén Itzà in Messico, il Cristo Redentore in Brasile, il Machu Picchu in Perù, la Muraglia Cinese in Cina, Petra in Giordania, il Taj Mahal in India e il Colosseo a Roma.

Quelle antiche sono: i Giardini pensili di Babilonia in Mesopotamia, il Colosso di Rodi in Grecia, il Mausoleo di Aicarnasso in Turchia, il Tempio di Artemide a Efeso in Turchia, il Faro di Alessandria in Egitto, la Statua di Zeus a Olimpia in Grecia e la Piramide di Cheope a Giza in Egitto.

Per quanto mi riguarda e per quanto mi ricordi, io sono riuscita a vedere solo il Colosseo a Roma. Per ora…

2. Consegnare il curriculum all’azienda dei tuoi sogni. Che secondo me vuol dire anche ottenere un lavoro nell’azienda dei tuoi sogni.

3. Passare alcuni giorni solo con lo zaino in spalla, il che vuol anche dire fare un viaggio on the road in macchina con gli amici per attraversare un paese come la famosa Route 66 in America, oppure fare il Cammino di Santiago e ritrovare anche se stessi, o ancora fare il giro del mondo usando solo autostop e mezzi pubblici.

4. Partecipare ad un festival, magari rimanendo a dormire in tenda così da poter ubriacarsi senza dover guidare, da poter dormire sotto le stelle, da poter conoscere gente nuova e magari rimanere anche in contatto per i festival futuri.

5. Fare uno sport adrenalinico, che sia 1 volta soltanto o fare un abbonamento: rally, bungee jumping, mongolfiera, softair e chi più ne ha più ne metta. Poi magari qualcuno trova adrenalinico il gioco degli scacchi, chissà… De gustibus!

6. Fare un corso di cucina, o imparare a cucinare con youtube e poi invitare gli amici coraggiosi ad assaggiare il tutto, anche sotto ricompensa o estorsione.

7. Fare volontariato, che fa sempre bene all’anima e a chi ha meno possibilità rispetto a noi.

8. Mangiare in un ristorante di lusso, oppure mangiare qualcosa di disgustoso come le cavallette, oppure ancora andare in un ristorante e ordinare tutto quello che interessa e soprattutto mangiare tutto fregandosene delle calorie.

9. Imparare una lingua straniera, ma non vale sapere dire solo “ciao, come stai?”. Intendo imparare così bene la lingua da poterla usare nei viaggi: che sia inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo cinese o hindi.

10. Staccare per un giorno intero o persino una settimana intera, anche se nella definizione a cui mi riferisco, ovvero staccare anche le connessioni, il cellulare tenerlo spento e magari barricarsi in casa o andare in mezzo alla natura, lo si può fare solo per un giorno.

11. Regalarsi qualcosa che si vuole da tempo, anche se costoso, anche se superfluo.

12. Leggere libri su libri, che siano comprati o presi in prestito in biblioteca, o ancora scaricati con Kindle. Ma leggere, perchè forse è una frase ripetuta, però chi legge vive più di una vita soltanto e a volte è decisamente meglio che guardarsi il film riassunto.

13. Ricontattare i vecchi amici delle elementari, delle medie. Quelli che non si vedono, né sentono, da una vita e magari scoprire che sono sempre stati lì a due passi dalla tua città o si sono trasferiti all’estero, ma che comunque anche loro hanno pensato a te.

14. Sperimentarsi in qualcosa di creativo e manuale, un hobby, imparare a suonare uno strumento musicale, riparare qualcosa: giusto il tempo di uscire dalla zona di comfort e scoprire il piacere di saper fare qualcosa di nuovo.

15. Perdonare se stessi per gli errori fatti in passato e imparare a perdonare se stessi per gli errori che si faranno in futuro, meditare, non paragonarsi mai agli altri, rischiare e trasformare le debolezze in punti di forza : ovvero prendersi cura di se stessi a livello fisico e mentale

16. Andare a vivere da soli, se non lo si ha ancora fatto. Imparare a fare una lavatrice, imparare a curare la propria auto, imparare a compilare i documenti per il commercialista e tutte quelle cose che prima o poi si devono fare da grandi.

17. Innamorarsi follemente della vita, di se stessi, del compagno/compagna e magari decidere di convivere e/o sposarvi per poi mettere su famiglia: che sia un animale, un figlio vostro o da adottare.

18. E soprattutto far si che questa lista o la vostra, personalizzata in base ai vostri gusti e le vostre esperienze fatte e da fare, non rimanga solo una lista…