Ultimamente gli hanno detto di essere il migliore di tutti i tempi, lui gentilmente ha declinato dando una motivazione lucida e valida. Un’altra prova di stile. Ieri sera, dopo una decisione sbagliata dell’arbitro, nella partita che lo riporta ad essere il nº1 anche numericamente, ha sorriso, a differenza di chi nello sport si mette a fare il gesto delle manette.

Perché si può essere fenomeni, atleti senza eguali, uomini sinceri, ma la classe e l’eleganza non si possono comprare. O li hai o sarai solo uno dei tanti. Preferisco un personaggio così a quello che si è costruito negli anni sfruttando il suo grande fisico o a quello che ha affinato tecnica e stile fino a diventare quasi una macchina, perché sono una persona molto esigente.

Rispetto quegli atleti, ma l’unico che mi ha fatto appassionare al tennis, tenendomi incollato per ore a vederlo esibirsi con colpi sorprendenti game dopo game, è Roger Federer.