20140219_la4Oggi riparto da me. E’ questo il messaggio che lascia Lucia Annibali, l’avvocatessa di Urbino sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato ad aprile dello scorso anno. Nell’intervista rilasciata a Serena Dandini per Io Donna sono numerose le parole ottimiste e positive che vengono pronunciate. Sembra un paradosso, è difficile da comprendere come una donna nel fiore della sua carriera e dei suoi anni possa ritrovar la forza di raccontarsi e di farlo con profonda consapevolezza e fiducia, dopo aver vissuto un incubo vero e proprio.

La storia di Lucia Annibali non è solo una delle storie di violenza sulle donne, è la storia di un dramma fisico (l’acido le ha causato una gravissima ustione che le è costata numerosi interventi facciali) e psicologico che avrebbe annientato la maggior parte di noi. Eppure tra le righe della sua storia, tra le pieghe del suo nuovo volto, è possibile scorgere una luce, una speranza ed una forza d’animo che emergono in superficie solo in situazioni tragiche come questa.

Fin dal primo giorno non ha rifiutato una sola volta di mostrarsi, di raccontarsi, di presentarsi in Tv, sui giornali o di fronte alla prima carica dello stato, Giorgio Napolitano. Perfino quando il 29 Marzo scorso è arrivata la sentenza Lucia ha rifiutato di proteggersi dietro al paravento e alla Dandini ha risposto così “Non sono una che si piange addosso ma c’è sempre il rischio che si sottovaluti quello che è successo e mi sono fatta vedere, volevo incrociare il suo sguardo” e così ha fatto.

Questa donna è un esempio di coraggio, di dignità calpestata e poi ritrovata, di fiducia e amor proprio, amore per la vita nonostante tutto, ed il nonostante tutto Lucia lo spiega così, “siamo nella realtà e ci tocca attraversarla”. Oggi non è solo la portavoce di un fenomeno di violenza che in Italia colpisce una donna su tre, ma è il volto, in questo caso letteralmente, di una donna che lotta con tenacia per riconquistare la propria libertà, per risalire dall’inferno e riappropriarsi della vita.
Fin dove può arrivare la forza di un essere umano? Lei sembra essere riuscita a spiegarcelo benissimo.