Sta facendo discutere la proposta del deputato renziano Marattin di rendere obbligatoria la carta di identità sui social: se vuoi aprire un profilo, devi per forza utilizzare un documernto. Marattin ha già annunciato di essere già al lavoro su una bozza legislativa. Siete d’accordo?

NO – Andrebbe contro quello che dovrebbe essere internet. Inoltre aprirebbe la strada a pericolose derive di controllo e profilazione (vedi i casi Cambridge Analytica). Ma lasciando la filosofia da parte, c’è un problema di fondo: i social sono privati. Saranno le aziende dietro i social eventualmente a decidere se richiedere un documento o che altro. E quando vedranno il loro business diminuire (discorso complesso ma è giusto sapere che anche i troll fanno comodo) secondo me cambieranno idea. Sono proposte d’effetto ma mal conciliabili con la pratica. (Fed. Gar.)

SI’ – Sono favorevole, così si possono evitare tanti profili fake col solo scopo di insultare e sparare cazzate. Se vuoi farlo, lo farai alla luce del sole con la tua vera identità. Ci saranno molti meno leoni da tastiera… “e questo è bene” (cit.). (Dan. Rin.)

NI – E’ anche possibile una via di mezzo: – profilo di personaggio noto = spunta blu; – profilo “comune” verificato da documento d’identità = spunta verde; – profilo non verificato/fake/troll/vattelapesca = nulla. (And. Tag.)