Cantanti e personaggi dello spettacolo più volte ci hanno stupito per il loro comportamento stravagante, facendo di questo modo di “apparire fuori dagli schemi” un cavallo di battaglia. Facebook, Instagram and Co. hanno offerto una stupenda vetrina per mostrarsi, ma, ad un certo punto, i contenuti artistici o presunti tali non bastano più e si superano confini ritenuti da molti invalicabili.

Capita così che Fedez, maschio alpha della coppia Ferragnez, pubblichi una foto dell’ecografia del figlio su Instagram, ricevendo oltre 550mila likes. Nei commenti, qualcuno azzarda già presunte somiglianze con il padre, chi con animali a quattro zampe e chi più simpaticamente si chiede se il pargolo nascerà già tatuato e senza camicia. Diciamo che è ancora andata bene, si leggono reazioni ben peggiori.

Ma perché mettere un bambino, che ancora deve nascere, sotto ai riflettori? Perché non godersi questi momenti in privato, vedendoli come delle briciole di privacy di fronte ad una vita che, per scelta ovviamente, ormai non ne ha più?

Certo, si possono giustificare tutto e tutti in mille modi, passando dalla trovata pubblicitaria al cedimento di un futuro padre di fronte a tanta emozione.Però, visto il seguito di questi personaggi, ci dobbiamo aspettare un inverno di foto di ecografie sulla neve, sugli sci? O magari a Cortina, il giorno di Natale. Beh, sarebbe indubbiamente originale.

Ormai è successo. Succedono ogni giorno cose più gravi, ma questa violazione volontaria della privacy di un bambino che ancora non ha mai visto la luce del sole, deve far pensare. Vedremo cosa ci offriranno i Vippini nostrani nelle prossime settimane, visto che alla fine bisogna sempre farla più grossa per far parlare di sé, quindi…

Se momenti così intimi di una coppia diventano di dominio pubblico, arriveremo ad avere parti gemellari n diretta su Instagram? Il passo è breve, alla fine basterebbe l’inquadratura giusta e non ci sarebbe nulla da invidiare ad una puntata di Grey’s Anatomy. Magari anche un bel funerale in diretta Facebook, per non fare torti a nessuno.