gianni_4Da poche ore circola su Facebook l’invito ad un evento fittizio che prende il nome “Chiedere scusa a Gianni Morandi per le allusioni alla sua millantata coprofagia”. Ora, al di là del fatto che questa sua passione sia vera o meno –  i gusti son gusti e non tutti i gusti sono alla menta – ciò per cui sarebbe il caso di scusarsi, anziché questo, dovrebbe essere ben altro.

Per esempio io, pur dissociandomi totalmente da essi, mi scuserei a nome di tutti coloro che, tra ieri ed oggi, hanno riempito la sua pagina personale di Facebook –  grazie alla quale il Buon Gianni ci allieta ogni giorno con i suoi racconti – di insulti, illazioni, accuse e provocazioni. Tutto questo semplicemente perché, come tanti altri, il Divino Gianni ha espresso la sua opinione in merito alla tragedia del naufragio avvenuto il 19 Aprile scorso, quando più di 700 persone hanno perso la vit

gianni_3

 La “colpa” del Magnanimo è stata semplicemente quella di aver scelto una posizione solidale e di cordoglio verso quanto accaduto e di ricordare giustamente che anche noi italiani siamo stati  migranti, anziché attaccarsi ai più beceri e scontati slogan populisti in stile Salvini. E così, anche coloro che lo apprezzavano per la sua musica, si sono scatenati contro di lui, replicando al suo messaggio proprio con i suddetti cliché già sentiti e risentiti almeno un centinaio di volte, quali i classici “Perché allora gli immigrati non te li ospiti tu a casa tua?”, “Sono tutti delinquenti, vengono qui e si lamentano ancora!”, “Vengono qui solo per rubare e stuprare!” etc.

Il Paziente Gianni, però, li ha trollati tutti. Già, perché, anziché infuriarsi di fronte a cotanta ignoranza (ed anche di fronte a numerosi errori grammaticali) come avrebbe fatto chiunque, è riuscito a rispondere alla maggior parte dei commenti in una maniera totalmente pacata e tranquilla, senza dar segno di rabbia o di voler aprire una discussione e, soprattutto, chiudendoli ermeticamente, togliendo loro qualsiasi possibilità di replica logica. Niente da dire, il Disarmante Gianni è veramente un signore. E chi lo insulta non meriterebbe affatto di ricevere una sua risposta, com’è invece accaduto:

Gianni_6

 Oggi il Magnifico Gianni, come ogni giorno, ha pubblicato il suo stato sulla sua pagina Facebook, ma non con il solito entusiasmo che illumina le nostre giornate, bensì le sue parole oggi mal celavano un’amarezza ed una delusione più che giustificate:

gianni_1 gianni

 Alla luce di questi fatti, pur non avendo io colpe (se non quella di non aver ancora fatto alcun pellegrinaggio presso la casa natia del Sommo Gianni), mi sento in dovere di porgergli delle scuse da parte di tutti, perché pare veramente una situazione assurda. Come si fa a prendersela con una persona come lui? È come insultare un cucciolo di Labrador e prenderlo a calci, inammissibile e crudele! Quindi davvero, Misericordioso Gianni, scusa.

Se posso permettermi ancora, Immenso Gianni, la prossima volta, qualora dovesse ricapitare una cosa del genere, “non ti curar di loro, ma guarda e passa” e, soprattutto, “perdonali, perché non sanno quello che fanno”.

 

 

Trovate altre informazioni riguardo al naufragio qui: