fuocoammareIl film documentario di Gianfranco Rosi è un vero confronto senza filtri fra la vita quotidiana dei lampedusani e quella tragica dei migranti. La forza delle immagini porta alla luce le intense emozioni di coloro che affidano al mare la propria speranza ed ai soccorritori la propria vita, mentre quella dei lampedusani scorre lenta scandita dai ritmi naturali della piccola isola. La figura del medico Pietro Bartòlo è l’anello di congiunzione (reale) fra i piccoli problemi quotidiani degli isolani e l’estrema sorte dei migranti in un alternarsi di scene di intenso realismo che attraverso i suoi occhi arriva al pubblico come un manifesto all’accoglienza, al di là di chi sia il migrante, di quale sia la propria storia, la propria lingua o religione.