La vedi arrivando dal deserto. La vedi perchè, dopo ore che guidi in mezzo al nulla, non puoi non notarla. La vedi perchè le dune di sabbia e terra lasciano improvvisamente il posto agli imponenti palazzi. La vedi perchè è un luminoso agglomerato di edifici in uno dei posti più caldi della Terra.
E’ Las Vegas ed è una delle cose peggiori che l’essere umano abbia mai concepito.

Las Vegas è una colata di cemento in un luogo inospitale, in un territorio in cui l’essere umano non dovrebbe nemmeno vivere.
Girare per le strade di giorno è impossibile, la temperatura di oltre 40 gradi e l’assenza d’aria rendono impossibile la vita al di fuori degli hotel. Hotel che sono delle vere e proprie città al cui interno si trovano piscine, negozi, ristoranti, discoteche, casinó e la perenne aria condizionata fissata a 16 gradi per contrastare il caldo esterno.

A Las Vegas puoi trovare tutte le fake-meraviglie del mondo: le Piramidi, la Sfinge, la Statua della libertà, Piazza San Marco e le Gondole, la tour Eifell e la ricostruzione della fontana di Trevi, nelle cui vicinanze puoi gustare una tipica carbonara italiana: spaghetti, bacon, swiss cheese, piselli e funghi.

Per quanto riguarda le persone che la frequentano a Las Vegas puoi incontrare di tutto: ricchi, homeless, coppie, gruppi di amici, famiglie, escort, bambini, tossici e vecchietti in carrozzina attaccati alle slot machine.
A Las Vegas c’è veramente qualsiasi cosa. Specialmente l’ignoranza.
Eppure, nonostante tutto, è una città che ha il suo fascino, dove i tavoli del black jack, le partite a dadi e i tornei di poker sono suggestivi, allettanti, invitanti e, dunque, economicamente pericolosi.
Puoi decidere di viverla pienamente o gustarla da spettatore esterno; in entrambi i casi ti troverai a vivere o ad osservare scene e situazioni surreali.

Las Vegas è una specie di parco divertimenti illogico che ti chiede di stare al gioco e, se ci vai, un minimo devi starci. Chiaramente con i dovuti accorgimenti e la dovuta consapevolezza perchè Las Vegas è una macchina che funziona benissimo: è una perfetta spillatrice di soldi.

Se, dopo Pag, esiste un luogo al mondo che meriterebbe l’estinzione, quel luogo è proprio Las Vegas. Tuttavia, finchè la catastrofe non si verificherà, Las Vegas è una città che merita di essere visitata, più che altro per comprendere quanto possa essere malata la mente dell’essere umano, per concepire un luogo cosí trash e privo di ogni senso logico.