pixarFinalmente si parla di emozioni, e lo si fa ai bambini! Il 16 settembre è uscito nelle sale italiane il nuovo film d’animazione della Disney-Pixar, Inside Out, ed è uno dei cartoni animati che più mi son piaciuti perché genialmente la Disney ha scelto di parlare di emozioni a grandi e piccini, personificandole e rendendole protagoniste. Gioia, Tristezza, Paura, Rabbia e Disgusto, le emozioni base che tutti quotidianamente proviamo ma di cui a volte siamo analfabeti, non riusciamo a pronunciarle, a riconoscerle ed accettarle. La Disney invece ce le racconta, entrando creativamente nella mente umana e mostrandoci come ognuna di queste emozioni svolga il suo lavoro dentro di noi ogni giorno.

Parlare ai bambini di emozioni è infatti un compito importantissimo, consiste in quella che viene chiamata ‘alfabetizzazione emotiva’, cioè il dare il nome al proprio sentire, alle emozioni appunto, ed è fondamentale perché questo semplice esercizio permette poi al bimbo che cresce di saper riconoscere e quindi gestire le proprie emozioni, che siano gioia, tristezza, paura, rabbia, eccetera. Inside_Out_(2015_film)_Logo.svg

In Inside Out trovate tutto quello che potete trovare in un manuale di psicologia, ricordi e memoria a lungo termine, le isole della personalità, l’amico immaginario, il treno dei pensieri, il subconscio e l’inconscio, la produzione onirica, il pensiero astratto, l’immaginazione, l’oblio e appunto le emozioni. Le emozioni sono un po’ alla torre di controllo della nostra mente, qualsiasi cosa che facciamo produce in noi un’emozione e qualunque essa sia non è mai negativa, ma sempre importante.

E Inside Out ci insegna proprio questo, che anche Tristezza ha il suo ruolo, perché senza tristezza non ci sarebbe la gioia e perché la tristezza e quell’emozione che ci permette di fermarci, riflettere, rivolgere lo sguardo verso noi stessi ed eventualmente trovare una risoluzione del problema, divenire consapevoli. In un’epoca in cui solo la felicità sembra vada condivisa (social-mente) e mostrata è importante ricordare la sensibilità dell’animo umano, la ricchezza delle nostre emozioni, di ognuna di esse, perché ciascuna fa parte del nostro mondo interiore e pertanto va ascoltata, e poi gestita. inside_out__by_luischocolatier-d8y5q9x

Tanti applausi quindi al regista di Inside Out, Pete Docter, che ha portato sul grande schermo un cartone animato per grandi e piccini che parla in maniera sensibile di Emozioni e, per una volta, di quello che succede dentro e non fuori di noi.

Tanto mi è piaciuto che ne proporrei la visione in tutte le scuole.