coppa americaTutti i campionati sudamericani si fermano: è tempo di nazionale, è tempo di Coppa America. Lo sguardo dei fedeli della pelota si sposta sul Cile paese ospitante. In Argentina la pausa sarà eterna. Ben 40 giorni. Mentre la nazionale Albiceleste guidata da el Tata Martino si giocherà il primato continentale, nei Club si lavorerà in maniera ossessiva al mercato. La Coppa segna la fine del primo semestre di Primera División. In questa finestra potrà succedere di tutto. Molte squadre perderanno e acquisteranno giocatori e i valori visti fino ad ora potranno essere ribaltati. Ma andiamo con ordine. Ecco le prime posizioni della classifica del campionato argentino dopo 15 giornate:

1 San Lorenzo 32
2 Boca Juniors 31
3 Racing Club 30
4 River Plate 29 (con una partita da recuperare)
5 Rosario Central 28

Lo si sapeva: il torneo unico a 30 squadre ha riportato i Club più gloriosi, ricchi e organizzati d’Argentina a pelear per la vittoria finale escludendo le sorprese tipiche del vecchio format apertura/clausura. Tutto scontato, ma potranno esserci degli sconvolgimenti.15299015146_083a8d9478_o

Chi rischia di più? Senza dubbio il Boca: l’eliminazione in Libertadores (ormai sappiamo tutti com’è andata) ha lasciato cicatrici profonde. Il mister Arruabarrena è stato per la prima volta criticato per alcune scelte di formazione considerate troppo drastiche. Dopo l’uscita di Coppa sono arrivate due pesanti sconfitte in campionato. La prima, in una Bombonera a porte chiuse, per 3 a 0 contro il neo-promosso Aldosivi e la seconda in casa del Vélez. C’è poi la questione Osvaldo. L’attaccante sembra già ai ferri corti con la Società. Nelle ultime settimane si è allenato poco e male per un presunto problema familiare. La certezza è che a breve scade il suo prestito dal Southampton e rinnovarlo per le casse della Società di Angelici è veramente un suicidio. L’avventura de el loco è al capolinea per problemi economici? Lontano anni luce quindi la possibilità di tesserare l’apache Carlos Tevez. Il rischio concreto è quello di perdere anche Calleri altra punta di peso nello scacchiere boquense. Per lui tante richieste in Europa.18261049485_5dc42594ec_o

Chi può fare la storia? Anche qui pochi dubbi: il River Plate. C’è grande entusiasmo in casa Millonarios dopo l’impresa in Libertadores a Belo Horizonte. Un 3 a 0 al Cruzeiro che proietta la squadra di Gallardo tra le prime 4 del Continente. Inoltre si è assistito ad un rientro in campo fondamentale: dopo mesi di allenamenti e recupero fisico è tornato a vestire la camiseta del River el mago Pablo Aimar dopo anni passati in Europa e in Malesia. Un ritorno utile per le geometrie e la gestione del pallone da centrocampo in avanti. Centellinata a dovere sarà sicuramente un’arma in più.

Inoltre pare ben avviata la trattativa per il ritorno di un’altra vecchia conoscenza. Parliamo de el conejo Javier Saviola che, dopo una carriere scintillante per mezza Europa, oggi è un giocatore del Verona. C’è però anche una lista di giocatori in partenza. Su tutti spiccano i nomi di Teo Gutiérrez, il giovane Matías Kranevitter (per lui si parla di Inter) e Ariel Rojas. Semifinalista in Libertadores (contro i paraguaiani del Guaranì), super protagonista in campionato e ancora in corsa nella Coppa Nazionale il River ha tutte le carte in regola per centrare il triplete.

…E le altre? Anche per loro molto dipende dal mercato. Il Racing può perdere la pantera Bou il partner perfetto di Milito in attacco. Insieme formano una coppia gol importante, sarà utile blindarla per un secondo semestre di campionato ancora da protagonisti. Il San Lorenzo sta facendo di tutto per rinnovare il prestito del centrocampista Blanco e tratta con il West Bromwich per tenerlo fino al termine della stagione. Il Rosario Central spera di mantenere lo stesso livello di forma fisica e di gioco dimostrato fino ad oggi per cercare di rimanere ai vertici della classifica. Nella sosta i giocatori lavoreranno con questo obiettivo.

Brevemente veniamo alle nazionali. Ecco come di presentano i gironi della Coppa America che si giocherà dall’11 giugno fino alla finale del 4 luglio in Cile.

Girone A: Bolivia, Cile, Ecuador, Messico
Girone B: Argentina, Jamaica, Paraguay, Uruguay.
Girone C: Brasile, Colombia, Perù, Venezuela

Messi, Neymar, Vidal, James…Chi sarà il crack che guiderà il suo Paese per essere il successore dell’Uruguay di Cavani campione in carica? Seguiremo l’evento, potete scommetterci…albiceleste

Lessico:

 El tata: il saggio
 Pelear: darsi battaglia, combattere
 Pelota: pallone da calcio
 Camiseta: maglia da calcio
 El mago: il mago
 El Conejo: il coniglio