IMGP0201Caro Matteo Renzi ci sei cascato pure te! Io voglio difenderti se mai dovessero criticarti. Partiamo con una premessa: per chi è appassionato di calcio, come te,  Buenos Aires fa rima con Bombonera. È impensabile se non impossibile passare per la Capitale argentina e non fare tappa in calle Brandsen 805 nel cuore pulsante del barrio de La Boca, lì dove sorge lo stadio più conosciuto al mondo.

 

Lunedì 15/02

Già ti vedo Matteone Premier ultrà in fermento mentre stai per sbarcare dall’aereo con un unico pensiero in testa: “Devo visitare quello stadio a tutti i costi. Mannaggia la maremma e la politica mi tocca prima fare una cena con il presidente argentino!”.

Suvvia Matteo fidati che in argentina non si mangia tanto male. Di sicuro il neo presidente Macri ti ha preparato un ottimo asado, con qualche empanadas di verdure come antipasto. Per accompagnare i vari tagli di carne un ottimo vino tinto, magari un Malbec proveniente da qualche cantina rinomata di Mendoza. E come dessert spero non ti sia fatto sfuggire un dolcetto al dulce de leche. Dai Matteo che a stomaco pieno si ragiona e si lavora meglio. E poi domani è il grande giorno, ti portano a La Boca. Infine spero tu abbia seguito il mio consiglio per evitare silenzi imbarazzanti durante la cena. Macri è stato per anni Presidente del Boca Juniors, chi meglio di lui può raccontarti di quello stadio? Approfittane…

 

Martedì 16/02

Eccome se ti ci hanno portato a vedere la Bombonera! Alfa Romeo scura con tanto di bandierine italiane, scorta composta da numerose camionette della polizia e, caro Matteo, persino un’ambulanza al seguito…sicuro di aver digerito la cena?!

Ad accoglierti un altro Tano: Daniel Angelici attuale Presidente del Boca Juniors di chiare origini del Bel Paese. Non so di cosa avete parlato ma ti ho invidiato molto. Hai avuto persino la fortuna di entrare in campo! Ti hanno fatto fare il tour del museo? Hai visitato anche gli spogliatoi e la sala stampa? Che fortunato che sei stato Matteo.

 

Adesso la notizia della tua gita allo stadio farà il giro dei giornali italiani e  i tuoi “nemici” avranno di che parlare. Io sono al tuo fianco Matteo, hai fatto bene. Quello che però mi dispiace e che tu non abbia visto lo stadio pieno, una partita. Fidati che è un’esperienza unica. Con 50.000 persone che cantano e saltano le pareti tremano. Altro che Franchi di Firenze. Un consiglio? Fermati ancora qualche giorno e vai a vedere una partita, alla critica ci penso io.

Ah Matteo dimenticavo. Il campionato argentino è appena iniziato…perché non ti fai l’abbonamento? Alla critica ci penso io…