Autore: Francesca Penoncelli

The Old Pope

[Dalla seconda lettera di Francesca Spelonca Penoncelli a Papa Francesco:] Ciao Francy, come andiamo? Torno a scriverti perché, se le tue gaffe non passano mai sotto silenzio, di recente ti sei fatto un bel pezzaccio. Cosa ha fatto il Papa in carica? Niente di grave, ha soltanto risposto ad una domanda. Una domanda su come trattare i figli gay. Una domanda, posta al massimo vertice della chiesa cattolica su come trattare i figli gay. Interessante, no? Punto primo: pregare. Scontato, direi quasi banale, ma fin qui tutto liscio. Giustamente il Papa ha come priorità la preghiera e mai me la sentirei...

Read More

7 motivi per cui odio l’estate

Ebbene sì, lo ammetto: io non sopporto l’estate. Proprio non mi va giù: se dovessi stilare una classifica delle stagioni sarebbe senza dubbio la quarta (o la seconda, visto che non esistono più le mezze stagioni). Okay, perdonatemi la pessima battuta e sorbitevi i miei buoni motivi per cui detesto l’estate. 1. Il caldo: d’accordo, d’inverno fa freddo e ci lamentiamo tutti, esattamente come facciamo d’estate col caldo. Però almeno contro il freddo ci si può coprire quanto si vuole, mentre contro il caldo che si fa? Non è che ci si possa spogliare all’infinito! E non chiamate in...

Read More

Il Papa, l’amore, il tradimento e la fedeltà

Siamo alle solite. Uno non si può rilassare un attimo che SBAM!, Papa Francesco se ne salta fuori con la solita riflessione a caso. E dico a caso perché di tutto quello di cui si può e si deve parlare, Francy tira fuori l’argomento “Tradimento”. Lo sappiamo tutti che l’adulterio è vietato da uno dei dieci comandamenti. Magari non ci ricordiamo la citazione, ma più o meno una cosa del genere c’era scritta sulle tavole della legge. Ecco. Io capisco che la Chiesa sia sempre mille passi indietro. Capisco che ci si metta parecchio tempo a far evolvere un...

Read More

Maturità, quella volta che vinsi una pizza grazie a Leopardi

La maturità, che esame di merda. Scusate il francesismo, ma non c’è un altro modo per definirlo: passi mesi e mesi sopra tomi incomprensibili nella speranza di capire qualcosa e alla fine, dopo attacchi cardiaci e litri di caffè, finisce tutto nel giro di un niente. E due giorni dopo aver superato questa tortura siamo tutti pronti a fare i vissuti, a dire “ma alla fine non era così difficile”, a sfottere i poveretti che devono ancora affrontarla. Mi ricordo poco della mia maturità. Una cosa su tutte, quella che avevo preparato meglio: la playlist del prima e del...

Read More

Little Italy

Ce l’abbiamo fatta, finalmente siamo arrivati sotto i riflettori dell’Europa. L’Europa con la ‘E’ maiuscola, mica fuffa. Dopo tanti anni di sforzi e sacrifici per farci notare, è infine giunto il nostro momento: facciamogli vedere di cosa siamo capaci! Oh, ma poi chi ha parlato di noi è stato Juncker. Come chi è? È il Presidente della Commissione europea! Ma va, no che non lo sapevo, c’è Wikipedia per ‘ste cose. Comunque il Megapresidente Galattico (ma secondo te cosa fa di preciso un Megapresidente Galattico?) ha detto che all’Italia serve più lavoro e meno corruzione. Alla fine, dopo anni...

Read More