Autore: Attilio Celeghini

DAVVERO PENSATE CHE IL POST SULLA ‘NAVE AMATRICE’ SIA DI BUON SENSO?

“C’è un’altra nave che naviga nel Mediterraneo, si chiama Amatrice. Il numero dei passeggeri è imprecisato e vagano dal 24/08/2016”. Negli ultimi giorni è probabile che abbiate letto, e magari condiviso, questo post su Facebook. Non serve specificare che il riferimento è alla vicenda Sea Watch 3 e Sea Eye, le due imbarcazioni che, con a bordo complessivamente 49 migranti, uomini, donne e bambini, sono rimaste bloccate nel Mediterraneo dal 22 dicembre 2018 al 9 gennaio 2019 – cioè mentre gli italiani (gli europei) erano attovagliati per pranzi e cenoni di fine anno – nell’attesa dell’autorizzazione per lo sbarco....

Read More

IDEALOSCAR 2018, FATTI E PERSONAGGI  DI UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE – 7

Fine anno, tempo di inesorabili bilanci. La redazione di IdealMentre assegna i suoi personali Oscar a fatti e personaggi, positivi o meno, sicuramente capaci di lasciare un profondo segno, di un 2018 che non ci ha fatto mancare davvero nulla. (di At.Ce.) EVENTO: Impossibile non citare il crollo del Ponte Morandi. ‘Progetto nato già male, con enormi problemi di degrado sottovalutati nel tempo’: la sintesi del grande e immarcescibile male che affligge il nostro Paese da sempre. PERSONAGGIO: Ci tocca dire Matteo Salvini, per la massiccia presenza mediatica che ci accompagnerà ancora nel 2019. Indico lui, aggiungendo un ma:...

Read More

Per combattere (davvero) la povertà iniziamo a non prendere in giro i poveri

Non sono esperto di economia e non occupo posti nel ministero specializzato in questo campo (e sospetto che, per questo, in questo momento Tria un poco mi stia invidiando). Pertanto non mi sbilancerò nell’ipotizzare quali possano essere conseguenze e rischi del contenuto del Def marchiato con la lettera scarlatta, anzi con il numerino scarlatto, del 2,4%, che non è la percentuale dei tiri del Frosinone nello specchio della porta bensì il famigerato rapporto deficit/Pil, cifra che sfora abbondantemente rispetto agli impegni presi con l’Europa come l’orario del Grande Fratello Vip in terza serata. C’è chi parla di catastrofe in...

Read More

Il Salvini che è in noi

“Non mollare Capitano”. “Finalmente qualcuno che ha le palle”. “Era ora che al Governo arrivasse gente seria”. “Ti rivoterei altre mille volte”. “Diglielo che i veri ostaggi sono gli italiani e non i migranti”. “Prima di giudicarlo lasciamolo lavorare”. Come avrete immaginato, sono tutti messaggi pro Salvini. Li ho pescati, alla rinfusa, sui social. E non dalle pagine dei fanatici leghisti che vedono Matteone come la reincarnazione di Ken il Guerriero: bensì da quelle di miei conoscenti. Amici, parenti, concittadini. Persone, alcune insospettabili, che stimo, con cui ho condiviso e condivido cose nel quotidiano. Alcuni di loro, tra l’altro,...

Read More

Il mio nemico amatissimo

Insieme a ‘Noi facciamo gli interessi d’Italia’, il secondo slogan più consumato dai politici di ogni tempo (soprattutto quelli moderni) è ‘Tanti nemici, tanto onore’. (Ad eccezione – ça va sans dire – di Salvini, questo solitamente espresso in altre parole da tutti gli altri per evitare echi mussoliniani, anche se il vero copyright è del condottiero tedesco Georg von Frundsberg. Però, insomma, il senso è quello, vedi la variante ‘se Tizio mi querela per me è una medaglia da appuntare al petto’, ecc). Comunque: tanti nemici, tanto onore. Non deve stupire la sua diffusione. Se l’intero sistema militare...

Read More