Autore: Attilio Celeghini

EPISODIO 11 – INDIANA JONES E L’ULTIMA CROCIATA

Conosco le battute a memoria di due film. Il primo è Armageddon. (A proposito di Michael Bay: altro che la banana di Cattelan, la vera arte moderna è lo strepitoso 6 Underground. Oscar subito). Il secondo è Indiana Jones e l’Ultima Crociata. Quando intendo conoscere le battute a memoria, non esagero. Le conosco tutte. Saprei recitarle per intero, dalla prima all’ultima, riproducendo la stessa espressione degli attori, se volete. Saprei disegnarvi su un foglio l’inquadratura di ogni singola scena. E ne vado fiero. Tutto ciò fa curriculum? Non credo. Pazienza, sarà per un’altra vita, fratello. Due film a memoria,...

Read More

EPISODIO 9 – NEW YORK 2001 IL GIORNO IN CUI LA LA MIA GENERAZIONE PERSE L’INNOCENZA

Ricordo, ricordo, ricordo. Provo ad affidarmi esclusivamente alla mia memoria, senza ricorrere all’aiuto di internet, tanto tutti si ricordano dove si trovavano quel giorno, chissà poi perché bisogna sempre sottolinearlo. Tant’è. Ricordo, ricordo, ricordo che ero nella mia stanza in cerca della voglia di studiare per un esame. Ricordo mia madre che mi chiama, ricordo il TG4, l’immagine della prima torre in fumo. Poi, in diretta, la terrificante sequenza di un altro aereo che si infila nella seconda torre. Le fiamme, le urla dei passanti con lo sguardo rivolto al cielo, i vigili del fuoco e la polizia, le...

Read More

C’E’ IL SALVINI LA’ FUORI CHE MINACCIA E IL SALVINI CHE E’ DENTRO GLI ITALIANI (CHE E’ IL VERO PROBLEMA)

“Non mollare Capitano”. “Finalmente qualcuno che ha le palle”. “Sei il miglior politico che l’Italia abbia mai avuto”. “Ti rivoterei altre mille volte”. “Viva l’Italia del Sì, abbasso l’Italia del no”. “L’unico vero premier sei tu”. Come avrete immaginato, sono tutti messaggi pro Salvini. Li ho pescati, alla rinfusa, sui social. E non dalle pagine dei fanatici leghisti che vedono Matteone come la reincarnazione di Ken il Guerriero: bensì da quelle di miei conoscenti. Amici, parenti, concittadini. Persone, alcune insospettabili, che stimo, con cui ho condiviso e condivido cose nel quotidiano. Alcuni di loro, tra l’altro, nemmeno interessate alla...

Read More

IL SENATORE PILLON ESISTE PERCHE’ E’ LA PUNIZIONE CHE CI TOCCA PER ESPIARE I NOSTRI PECCATI

I social hanno pregi e difetti. Ultimamente ne evidenziamo più i difetti. Però un pregio ce l’hanno: mi permettono di poter scrivere un articolo sul senatore Simone Pillon e avere a posto la coscienza. Perché se avessi utilizzato il tradizionale formato cartaceo non mi sarei dato pace nel sapere degli alberi tagliati per produrre la carta che avrebbe ospitato le mie parole su questo signore, uno dei grandi protagonisti di quell’inesauribile fucina di talenti e cervelli che è la Lega Nord. Pardon, solo la Lega: dimenticavo che ora i terroni servono. Resta la scottante questione della mezz’ora che ho...

Read More