sfumature_600x450
Scrivo questo articolo dopo essere venuta a conoscenza che il protagonista del film tanto atteso tratto dalla trilogia delle 50 sfumature ha rivelato di aver firmato una clausola secondo la quale non si sarebbe girata nessuna scena di nudo frontale nel film.

Ammetto di non avere mai letto nessuno dei libri della piccante trilogia, ma avendone sentito parlare spesso da gente che ha avuto il piacere/dispiacere di leggerla mi pare di aver capito che se, se prendi uno qualsiasi dei tre libri e lo sfogli e ti soffermi su una pagina a random, la probabilità di beccarti una scena di sesso è pari al 99% circa.

Perciò ora mi metto nei panni di quelle leggiadre donne che leggendo l’intervista dell’attore si sentono cascare la mascella e chiedo gentilmente a voi se potete darmi la risposta alle domande che prontamente si affollano nella mia mente disorientata.

Riuscite a dirmi perché hanno arruolato un modello di Calvin Klein come protagonista – magari anche con meno qualità e meno preparazione di chi l’attore lo fa già da tempo e di chi ha studiato per diventarlo – se poi non me lo fanno vedere?

Riuscite a dirmi perché dovrei andare a vedere questo film che tutti aspettavano fino ad ora proprio per i contenuti espliciti se poi mi fanno diventare i protagonisti più casti di Bella della saga di Twilight (dove ho dovuto sorbirmi ben tre film prima di vederla consumare con il vampiro, ma dove almeno alla fine mi consolavo pensando “Mantieni la calma, è un film per ragazzine!”)?

Riuscite a dirmi perché una volta riuscivano a trasformare un romanzo senza neanche una relazione tra uomo e donna nella più grande commedia d’amore dell’anno e adesso trasformano il più discusso romanzo degli ultimi tempi dai contenuti pressoché pornografici nella trasposizione di una storia d’amore degna di eguagliare quella dei Promessi sposi per la sua sobrietà?

E riuscite infine a dirmi che cosa ci sarebbe di scandaloso a mostrare un nudo frontale in un film del XXI secolo, secolo in cui la censura è pressoché scomparsa tanto che anche i bambini sono abituati a guardare cartoni che hanno protagonisti dei maiali le cui facce hanno palesemente la forma dei genitali maschili (vedi Peppa Pig)?

Ora: va bene che non è ancora uscito nessun film e forse è inutile polemizzare, va bene che tutto è stato fatto per il desiderio del regista di far diventare il film visibile a tutti per guadagnare una bella e cospicua somma in più di soldi, va bene che ora penserete che io sia una donna desiderosa di vedere un nudo maschile integrale. Ma alla fine dopo tutto questo fumo, almeno un bel pezzo di arrosto a delle belle e brave zitelle potreste pure ripensarci e concederglielo, no?